ENOTURISMO | NUOVI ITINERARI DEL VINO.  Un esempio una partenza, una ripartenza. In Oltrepò Pavese c’è una storia di biciclette e di cantine tutta da raccontare.

Le sue colline sono perfette per essere visitate a due ruote, nel silenzio della natura, con bici muscolari o e-bike. Il gioco vale sempre… l’allenamento dei sensi! Sono oltre 13 mila ettari vitati – in gergo non solo ciclistico mangia & bevi – questa è la, terza zona mondiale di produzione del Pinot Nero, ma anche terra di Riesling, Barbera, Croatina, Moscato con vini tipici come la Bonarda e il Sangue di Giuda, un territorio capace di proporre un abbinamento tipico dall’antipasto al dolce…

 

Qui si intrecciano ricette e prodotti della tradizione con una speciale contaminazione dovuta al crocevia geografico di tre regioni Piemonte, Liguria ed Emila Romagna. L’enoturismo a due ruote è diventato una bella moda, soprattutto di questi tempi. Quindi tutte le cantine (ve ne sono quasi 1700) sono attrezzate ad ospitare degustazioni all’aperto o in cantina su prenotazione. E tutte le cantine hanno preso contatto con chi noleggia bici perché la proposta è diventata molto di tendenza. Un po’ di info per te sulla rotta dell’ #enoturismo in Oltrepò Pavese. L’hashtag ufficiale è #OltrepoDivino. Per approfondire qui  www.consorziovinioltrepo.it